CONSULENZA ONLINE

Per usufruire del servizio è necessario possedere una connessione internet, una webcam, un paio di cuffie, un microfono ed il programma Skype scaricabile direttamente dal seguente link


http://www.skype.com/intl/it/get-skype/on-your-computer/windows/

 

A CHI SI RIVOLGE

 

Il servizio di psicologia on line si rivolge ad adulti ed in particolare:
  • Agli italiani che vivono all'estero e vogliono parlare con uno psicologo del loro paese di origine;
  • A chi viaggia molto e non riesce a dare continuità alla presa in carico psicologica;
  • A chi per diversi motivi si trova impossibilitato a recarsi nello studio di uno psicologo;
  • A chi attraversa un periodo di malattia che genera un disagio psicologico oppure a chi esce da un periodo di ricovero ospedaliero o da altra operazione intrusiva e vuole un supporto psicologico in una fase di "ritorno alla normalità";
  • A chi si approccia per la prima volta ad un servizio di consulenza psicologica e vuole capire quali benefici può trarre da questa disciplina;
  • A chi desidera intervenire prima di peggiorare la propria condizione

 

PER QUALI PROBLEMATICHE E' ADATTA

 

Numerosi studi clinici controllati randomizzati sono stati condotti per valutare l'efficacia degli interventi on line psicologici e comportamentali sui disturbi d'ansia, sulla depressione, sull’abuso di sostanze, sui disturbi alimentari, e su alcune condizioni di salute, tra cui il dolore cronico, mal di testa, obesità, diabete e lesioni cerebrali (Cuijpers, van Straten, e Andersson, 2008; Glueckauf & Ketterson, 2004; Griffiths & Christensen, 2006;. Hersh et al, 2001; Newton & Ciliska , 2006; Norman et al, 2007;. Spek et al, 2007;. Walters, Wright, e Shegog, 2006).
 
Nello specifico il servizio di psicologia proposto può essere richiesto per:
  • Blocchi evolutivi;
  • Fobie;
  • Attacchi di panico;
  • Migliorare la gestione dell'ansia;
  • Migliorare la gestione della rabbia;
  • Migliorare la gestione del dolore;
  • Disturbi del comportamento alimentare;
  • Migliorare l'autostima;
  • Migliorare la relazione di coppia;
  • Migliorare la gestione della relazione con i figli;
  • Consulenze in ambito lavorativo (Coaching);
  • Orientamento;
  • Avere un secondo parere su una situazione che genera sofferenza;
  • Supporto psicologico a chi attraversa malattie fisiche particolarmente invalidati; 
  • Sostegno psicologico generico.

 

CI SONO CONTROINDICAZIONI?


I rischi della consultazione psicologica online 

Le ricerche scientifiche a oggi presenti sul tema delle consulenze  psicologiche on line si incentrano soprattutto sulle consultazioni  avvenute principalmente tramite mail o servizi di chat.
L'avvento di Skype e di altri programmi di videochiamata risolve in buona parte molti di quelli che sono stati considerati punti deboli di questa modalità di presa in carico del disagio.
Essendo il mondo delle consulenze via skype ancora privo di publicazioni scientifiche dedicate, il gruppo "AlgeriMazzucchelli" ritiene importante muoversi con estrema cautela in questo ambito, e pertanto ha deciso di adottare le stesse restrittive indicazioni che la maggior parte degli studi scientifici suggerisce a chi si appresta  a compiere consultazioni psicologiche via mail.
Una publicazione molto interesante dal titolo "Best Practices in Online Therapy" (Abbott, Klein, Ciechomski, 2008) evidenza come in ogni nuovo campo della pratica professionale sia necessario essere consapevoli dei rischi potenziali che si corrono, delle limitazioni e anche quindi delle sfide che, in questo senso, l’e-therapy può presentare. A questo proposito gli autori evidenziavano la mancanza di ausili stabili per la comunicazione visiva e uditiva (problematica ormai superabile), i rischi connessi ai limiti che si hanno nel verificare l'identità del paziente (anche questi in parte arginabili), i problemi legati alla sicurezza nel garantire la riservatezza degli scambi di informazioni on-line, le difficoltà nel trovare e-terapisti competenti nell'uso di questi nuovi strumenti tecnologici (si veda anche Childress, 2000; International Society for Mental Health Online, nda; Mallen et al, 2005;. Manhal-Baugus, 2001;. Roehlen et al, 2004; Suler, 2001). Oltre a questo tipo di rischi ci sono delle controindicazioni precise che gli autori sopracitati tengono a evidenziare. 

Le controindicazioni dell’E-therapy


Nell'offrire servizi di e-therapy è importante riconoscere quali tra i potenziali clienti possono essere meno adatti a questo tipo di trattamento piuttosto che a quello faccia-a-faccia (Australian Psychological Society, 2004). Abbott e colleghi consigliano di escludere dalla presa in carico i soggetti che presentano disturbi psichiatrici con evidenti problemi inerenti all’esame di realtà, ideazione suicidaria, persone attualmente vittime di violenza o abusi sessuali e chi è afetto da disturbi in comorbilità psichiatrica (Australian Psychological Society, 2004; Mallen et al 2005;. Manhal-Baugus, 2001; Roehlen et al, 2004;. Suler, 2001).  

Necessitano complete e rigorose valutazioni cliniche per garantire quali tra le persone con questi tipi di problemi siano o meno adatte all'E-therapy. Per far ciò sono state anche utilizzate, nella maggior parte dei casi, delle interviste strutturate di circa 90 minuti per verificare l'idoneità di un potenziale paziente (Klein et al., 2006). Klein sottolinea come in questo studio molti dei partecipanti a volte presentavano diverse condizioni cliniche secondarie (depressione, distimia, disturbo d'ansia sociale, disturbo d'ansia generalizzato, fobia specifica, etc.) nella fase di pre-valutazione e i risultati hanno mostrato che questi sintomi sono migliorati anche dopo che hanno completato il programma (Klein et al., 2006).
Altro punto critico può esere rappresentato dagli individui che presentano una esperienza o conoscenza limitata dell’uso del computer, i quali possono anche essere meno adatti alla terapia online (Suler, 2001). 

COME FUNZIONA IL SERVIZIO DI CONSULENZA ONLINE?
Il servizio di psicologia on line prevede una fase iniziale  dedicata alla definizione del problema e una successiva di ricerca insieme alla persona delle risorse utili allo sblocco del problema presentato. Nalla prima fase verrà anche effettuato un colloquio approfondito per valutare che non vi siano controindicazioni all'inizio di un percorso "on line" (visita la sezione controindicazioni).
Per parlare con lo psicologo è necessario avere una webcam e un microfono perfettamente fuzionanti e il programma di video-messaggio "Skype", scaricabile gratuitamente cliccando sul link sopra indicato.
 
Per usufruire del servizio di psicologia on line è necessario compilare un foglio chiamato "consenso informato" che lo psicologo provvederà a inviare al cliente via mail.
 
Il pagamento delle prestazioni avviene tramite carta di credito, bonifico bancario, oppure tramite il programma di pagamento "Paypal". I dati per effettuare il saldo (che deve avvenire PRIMA dell'inizio della consultazione) saranno forniti dallo psicologo al cliente al momento del primo contatto via mail.

 

 

QUALI SONO LE FINALITA'?

 

Il servizio di psicologia on line si caratterizza per la flessibilità e l'applicabilità a diverse situazioni e problematiche e vuole essere un supporto professionale finalizzato alla promozione del benessere della persona e al potenziamento delle sue risorse.
 
A seconda della problematica portata lo psicologo può proporre diverse indicazioni per migliorare la situazione: da un ciclo di incontri di supporto psicologico online, alla maggiore opportunità di rivolgersi "dal vivo" presso un centro o un professionista specializzato nella cura del disagio specifico.

Non tutte le sofferenze psicologiche, infatti, possono essere trattate con successo dalla terapia online (si veda la sezione "Controindicazioni"). Il buon esito dipende in parte dalla problematica vissuta, in parte anche dalle caratteristiche di personalità dell'individuo e della modalità di risposta che viene data a questo genere di trattamento.

 

QUANTO DURANO GLI INCONTRI?

 

La durata di ogni singola sessione di circa 50 minuti e il numero delle sedute varia in base alla tipologia di problematica presentata.
 
Insieme allo psicologo si fissa un numero di incontri prestabilito, al termine dei quali valutare insieme i miglioramenti della situazione e l'opportunità o meno di proseguire nel trattamento o di cambiare strategia terapeutica.
 
Ogni incontro ha un costo fisso di 50 euro.
 
Regolare fattura è emessa al termine di ogni prestazione psicologica.

QUALI SONO I VANTAGGI?

La consulenza psicologica a distanza offre numerosi vantaggi, come la possibilità di contattare un terapeuta in base ad un bisogno piuttosto che solo su appuntamento (per le emergenze quindi); la riduzione dei costi rispetto alla terapia vis a vis; una maggiore percezione di anonimato; la possibilità di essere accessibile anche a gruppi isolati o stigmatizzati (Castelnuovo et al., 2003; Griffiths, Lindenmeyer, Powell, Lowe, e Throgood, 2006; Manhal-Baugus, 2001; Rochlen et al, 2004). Molti pazienti sottolineano inoltre la comodità di non dover lasciare la casa per seguire il trattamento quale fattore di grande interesse. Una ricerca preliminare (Klein et al, 2006; Mihalopoulos et al, 2005) indica che l’e-therapy è meno costosa della terapia faccia-a-faccia.
 
In particolare il nostro servizio psicologico online:
  • Rappresenta un supporto più immediato, risultando utile nei casi di emergenza;
  • E' conveniente e poco costoso sia per i pazienti che per  lo psicologo/terapeuta in quanto vi è una riduzione dei tempi e dei costi (meno spostamenti, meno costi di affitto degli studi e di conseguenza consulenze meno care);
  • E' utile come primo step per testare l'efficacia degli interventi e decidere eventualmente se proseguire con una terapia tradizionale in contesto non virtuale;
  • E' un servizio che rimane sempre a disposizione anche del paziente impossibilitato a muoversi da casa;
  • Permette di migliorare l'integrazione di diversi servizi e svolge funzione di "ponte" in periodi critici di attesa per l'avvio di un trattamento;
  • E' utile come approccio preventivo, per informare e sensibilizzare le persone a ridurre i problemi prima che sfocino in sindromi (es. disturbi del comportamento alimentare);
  • La “presenza virtuale” favorisce l’espressione delle proprie problematiche diminuendo la resistenza.

 

RICHIEDI UNA CONSULENZA

 

Per richiedere una consulenza alla Dott.ssa Cecilia Pecchioli Catelani è necessario mandare una mail a dott.ceciliapecchioli@gmail.com specificando:

  • NOME
  • ETA'
  • CITTA'
  • TELEFONO
  • DISPONIBILITA' ORARI E GIORNI (ORA ITALIANA)
  • PROBLEMATICA PER CUI SI RICHIEDE LA CONSULENZA

 

 

www.algerimazzucchelli.it

 

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: